Vita. In questo gruppo di lavoro ragioneremo di come oggi sia impossibile e impensabile una separazione tra lavoro/i, welfare e reddito. Viviamo infatti nell’epoca della precarietà esistenziale in cui i tassi di disoccupazione, i tagli al welfare, l’incapacità di rendere inalienabile il diritto all’esistenza di tutte e tutti hanno reso la nostra società sempre più disuguale, le persone sempre più sole e frammentate. Lo sguardo differente da questo punto di vista fornisce elementi e chiavi di lettura per ricondurre a fattor comune bisogni, desideri e volontà di autodeterminazione che soli oggi possono offrire alla società tutta un terreno su cui ricomporsi e lottare per la liberazione dai ricatti, lo strumento in mano ai pochi che pretendono di decidere su molti.